Futurismo

Il futurismo

Il Futurismo è stato un movimento artistico e culturale Italiano sviluppatosi nel XX secolo, nonché prima avanguardia europea; è stato la base che ha consentito la nascita di diversi movimenti artistici in Europa, Stati Uniti e Asia.

Il futurismo racchiude diverse forme d’arte: dalla pittura alla scultura, fino alla letteratura, musica, danza, fotografia; addirittura ha avuto esponenti e influenze sull’arte cinematografica e culinaria.

Le origini del futurismo

L’origine del Futurismo è stata, quindi, tutta italiana.

Il manifesto del Futurismo è stato pubblicato nel 1909 su Le Figaro: questa data ha segnato la nascita ufficiale del movimento artistico.

Le caratteristiche del futurismo

In questo particolare movimento artistico è costante la ricerca del dinamismo: il soggetto non appare quasi mai fermo, così da rappresentare un’azione che sta avvenendo mentre l’osservatore guarda il quadro.

Una delle tecniche usate nel futurismo, per rendere l’idea di movimento, è quella delle linee di forza: la linea, usata nelle arti statiche, permette all’artista di dare l’idea di movimento.

Come si potrebbe immaginare questo movimento artistico ha la sua massima espressione nelle arti come la pittura, scultura e tutto ciò che le circonda, le arti letterarie e  teatrali non ebbero lo stesso riscontro dell’ influenza futurista.

Nella pittura il futurismo ha come principale esponente Boccioni il quale creò una sintesi del dinamismo e della rappresentazione della velocità il tutto con influenze cubiste.

Nelle opere futuriste, data la forte presenza della rappresentazione della velocità, è prevalente la dinamicità della scena che comprende sia l’oggetto della rappresentazione sia lo spazio in cui esso si muove.

Nella scultura il futurismo ha come esponente Boccioni stesso il quale pubblicò il manifesto tecnico della scultura futurista. Nel manifesto veniva suggerita la ricerca di una forma unica per rappresentare la continuità nello spazio del soggetto della scultura.

Da sottolineare è anche l’importanza del mosaico, il quale si mostrò particolarmente adatto come strumento per la rappresentazione futurista.

Nell’architettura il principale esponente del futurismo fu Antonio Sant’Elia, il quale pubblicò il manifesto dell’architettura futurista, nel quale sono raccolti in principi fondamentali della corrente architettonica.

Al centro dell’architettura futurista rimane sempre il concetto di dinamismo, di innovazione e di velocità.

Va sottolineato come i principi teorici dell’architettura futurista trovarono poco riscontro in tecniche pratiche vere e proprie.

Uno dei caratteri identificativi delle architetture futuriste è l’uso delle linee ellittiche: un altro modo per rifiutare la staticità anche negli edifici.

Inoltre…

Il futurismo ha i propri esponenti anche nel campo della ceramica, infatti venne pubblicato il manifesto futurista della ceramica e aeroceramica.


Altri articoli sulla storia dell’arte e sui movimenti artistici: qui.

Movimenti artistici… con la A! – Museo AStratto

Astrattismo

Nasce in Germania, nel 1910. L’astrattismo è fondato sull’interpretazione e sull’immaginazione dell’artista: una sorta di fuga dal mondo reale. Uno dei massimi esponenti: Kandiskij.

Avanguardia

Con il termine di Avanguardia si indicano tutti quei fenomeni derivati dal comportamento di artisti e letterari che, tra l’800 e il ‘900 rifiutano ciò che si può definire classico, anticipando i tempi e proponendo qualcosa di estremamente innovativo.

Avant-pop

L’Avant-Pop è un movimento artistico nato intorno agli anni Novanta, comprende tutte le forme d’arte che riproducono ciò che viene proposto dai mass-media (musica, cinema, tv e giornali).

Aeropittura

L’aeropittura è una corrente pittorica nata dal Futurismo e sviluppatasi dopo la Prima Guerra Mondiale. Ha come tema principale la rappresentazione del movimento (aeroplani,per esempio).

Art Brut

Come suggerisce il nome “Brut“, lanciato per la prima volta nel 1945 dal pittore francese Jean Dubuffet, questo movimento artistico racchiude tutte le opere d’arte “brutte”, cioè realizzate al di fuori del consueto ambiente artistico e senza rispettarne le regole. Raccoglie opere realizzate non solo da artisti “improvvisati”, ma anche da pazienti psichiatrici e detenuti.

Arte concettuale

L’Arte concettuale rifiuta la convenzionale idea d’opera d’arte. Si tratta, infatti, di “parlare di un’opera” piuttosto che realizzarla.

Arte concreta

Uno dei movimenti artistici strettamente italiani, nato a Milano nel 1948. Ha come tema principale la rappresentazione della concretezza.

Arte cinetica

Questa è l’arte del movimento. Le opere “sono in grado di muoversi“: sia in modo apparente – quando il movimento è percepito dall’osservatore – e sia in modo effettivo – quando l’opera in questione si muove realmente.

Arte contemporanea

Tutte le opere realizzate dal post-impressionismo ad oggi possono essere definite “contemporanee“.

Arte debole

L’Arte Debole è un una corrente artistica nata in Italia nel 1986. Ebbe origine da una riunione di artisti appartenenti al già costituito “Gruppo di Ricerca Materialista” (nato a Torino verso la fine degli anni Settanta).

Arte figurativa

Il termine figurativo indica tutte le opere d’arte che rappresentano elementi riconoscibili nel mondo reale.

Arte informale

Prende forza in Europa e negli Stati Uniti nel secondo dopoguerra.. A seguito delle enormi devastazioni e sofferenze portate dalla seconda guerra mondiale, anche gli artisti non hanno più certezze e rifiutano l’arte figurativa.

Art Nouveau

È nata nel 1890 a Parigi. Sviluppatasi soprattutto nella decorazione delle città, riconoscibile da elementi molto dettagliati, principalmente floreali.

Arte Povera

Nell’arte povera l’elemento dominante è l’utilizzo di materiali naturali, con la predilezione del legno. Infatti l’arte povera riguarda principalmente l’arredamento.

Arte Ufficiale e Arte Pubblica

Sono due forme d’arte che hanno come scopo la rappresentazione (e talvolta la “promozione) di un governo, di un partito, di una classe sociale o di un simbolo ad essi collegato (un palazzo, una stanza, ecc).


Per tutte gli altri articoli sull’arte: MUSEO AS.TRATTO

Libri consigliati: