Recensione | Ci pensa il cielo di Liliana Onori

Ci pensa il cielo Book Cover Ci pensa il cielo
Liliana Onori
Romanzo storico, Romance
LibroSì Edizioni
2018
ebook

✒ “[…] è alle donne che voglio dedicare il mio impegno. Alle ragazze che non hanno potuto studiare perché è stato detto loto che erano stupide o che non sarebbero state all’altezza, o, peggio, che non ne avevano diritto, alle ragazze che non possono decidere della loro vita, del loro futuro e neanche del loro corpo.”

📌 Incipit

L’incisione sull’albero rappresentava la memoria di un amore passato. Di due amori, in realtà. Sua madre le aveva raccontato la storia tante volte. La storia di un amore perduto e quella di un secondo amore, inatteso e ancora più grande. Quella A e quella J, racchiuse in un cuore, erano ciò che di più romantico Hope avesse mai visto.

📌 Sinossi

Hope, ragazza ribelle di una famiglia nobile irlandese, entra a far parte del movimento delle suffragette. Coraggiosa ma inesperta, stringe una pericolosa amicizia con l’attivista Ashling, mentre si innamora del suo stesso nemico, il poliziotto Jude bello e orgoglioso, incaricato dal governo di sedare le ribelli. Ma il destino ha in serbo per la tenace Hope altre sorprese, il mare riporta a casa un fantasma del passato, di un amore che non è stato dimenticato. “Ci pensa il cielo” è l’atteso sequel di “Come il sole di mezzanotte” e ci riporta indietro nel tempo e nello spazio per farci vivere un’altra intensa storia d’amore e di passioni.

📌 Trama

Ci spostiamo avanti di una generazione rispetto a Come il sole di Mezzanotte: sempre in Irlanda, sempre in casa DeLarey, ma questa volta seguendo la vita di Hope, la figlia di Anna e William.

Si tratta di una ragazza coraggiosa e molto intelligente che, nonostante la sua posizione sociale e il ceto d’appartenenza, si trova presto a fare i conti con un carattere determinato e rivoluzionario.

Questo la porterà ad incontrare un gruppo di Suffragette e ad intestardirsi fino ad entrare nel gruppo: inizialmente viene rifiutata proprio per la sua classe di appartenenza, ma poi le sue nuove compagne capiscono il valore di questa ragazza e la sua determinazione, così la accolgono nel gruppo tramite un giuramento di fedeltà reciproca e sostegno di fronte a tutto e tutti.

Si, tutto e tutti, perché purtroppo ciò che stavano chiedendo era visto come un’eresia: donne con diritto di voto? e perché mai? Non sono all’altezza, non sono abbastanza intelligenti per poter esprimere un’opinione.

Hope e le sue compagne affronteranno innumerevoli avversità, dai poliziotti corrotti e violenti, ad una giustizia che giustizia non è: carcere, violenze, menzogne e ricatti.

Sono costrette a riunirsi in segreto e, giorno dopo giorno, ritrovare la forza per presentarsi sull0 stesso luogo, con qualche livido in più.

Le vicende porteranno addirittura alla morte di una di loro e ad interminabili sofferenze per tutte le altre, compresa Hope.

Lei, però, con la determinazione che l’ha sempre contraddistinta ed onorando il nome datole dai proprio genitori, riuscirà a dare speranza a molte donne. Non solo, porterà aiuto, sostegno, forza, in molti Paesi nel mondo.

Al suo fianco un uomo che, nonostante fosse scettico al suo primo incontro con Hope, comprende infine il valore dei suoi ideali e l’importanza che questi hanno non solo per lei, ma per tutto il genere femminile: per questo la sosterrà, la difenderà a suo modo e, soprattutto, non le impedirà di lottare per ciò in cui crede.

📎 Il libro:

Come detto per il libro precedente, lo stile utilizzato dall’autrice è semplice e chiaro, alterna le descrizioni di alcuni luoghi ai dialoghi tra i personaggi ed i loro pensieri. La narrazione è in terza persona e alterna scene che ritraggono i vari personaggi principali. Le descrizioni, soprattutto quelle delle scene più violente e delle loro conseguenze, sono molto dettagliate e – a parer mio – amalgamate alla perfezione con ciò che contraddistingue un romanzo rosa, ovvero intrecci di sentimenti. Questo rende il libro molto coinvolgente e appassionante.

Il ritmo del racconto è dato dal susseguirsi di decisioni e conseguenze: lotte, idee, contrasti e amori che rendono il libro sempre piacevole e mai noioso.

📎  Cosa ne penso?

Dopo aver letto Come il sole di mezzanotte, ecco il seguito di quel bellissimo romanzo: Ci pensa il cielo. Le vicende narrate nei due libri sono collegate tramite la storia della famiglia DeLarey e, soprattutto dalle due protagoniste Anna e Hope, madre e figlia.

Due protagoniste molto forti e determinate che, in relazione al periodo in cui sono vissute, hanno fatto la differenza. Anna, per prima, si è opposta alle usanze dell’epoca, ai matrimoni combinati, all’immagine della “donna tipica”.

Allo stesso modo, Hope ha lottato per il voto, un diritto e un dovere che, disgustosamente, è stato negato alle donne per troppo tempo.

Questo libro mi è piaciuto davvero molto, perché offre un’immagine dettagliata della lotta per il voto, molto più cruenta rispetto a ciò che abitualmente si vede a riguardo.

Inoltre, l’ho apprezzato molto perché fa riflettere, così come il libro precedente, sul passato ma soprattutto sul presente. Abbiamo ottenuto il voto, abbiamo ottenuto il lavoro, abbiamo ottenuto la parità. No, aspettate: abbiamo veramente ottenuto la parità? No. Quantomeno secondo il mio parere, non l’abbiamo ottenuta. Perché? Perché un datore di lavoro prima di assumerti ti chiede se hai intenzione di avere figli, un datore di lavoro spesso si auto-conferisce la facoltà di fare battute a dir poco fastidiose “perché, tanto, vorrai mica prendertela?”. E, infine, perché non abbiamo ancora le stesse opportunità che hanno gli uomini, non siamo ancora viste allo stesso modo – ahimè, a volte nemmeno dalle donne stesse.

Raggiungeremo tutti questi obiettivi solo quando ogni individuo – uomo o donna che sia – riuscirà a comportarsi come chi, nel libro, ha capito e appoggiato Hope. Si tratta di mentalità, istruzione, intelligenza: nient’altro.

Ancora una volta grazie a Liliana per avermi dato la possibilità di leggere il suoi racconti ma, soprattutto, COMPLIMENTI!! 🙂

Vi lascio alcuni link, andate a vedere… merita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *